Lo sport di squadra, elemento determinante per l’inclusione

In un corollario di verde rigoglioso presso il Campo di Calcio dei Rogazionisti a Grottaferrata, concessoci gratuitamente dalla presidente della Società FURLANI VIVACE 1922 Claudia Furlani, e in una mattinata dove il sole ci ha accompagnato per l’intera partita abbiamo avuto il solito appuntamento del secondo sabato del mese con il calcio.
Nonostante l’assenza dei numerosi partecipanti dell’Associazione Gledil di Lanuvio, in campo eravamo 25.  C’è stata la presenza di altre Associazioni quali la Castelluccia, la Grande Montagna, L’Evergreen, Alchimia.
Ho spalmato i giocatori delle quattro associazioni in 2 squadre, una di tredici ed una di 12, che si sono comunque rivelate dello stesso valore facendo il primo gol dopo circa 20 minuti di giuoco, e terminando la partita in parità (5 a 5).
Tutti hanno potuto constatare che abbiamo espresso un calcio di un certo livello dove il sano agonismo e la volontà di far bene si è evidenziata con delle belle azioni e con gol di rilievo.
Siamo stati tutti bravi, volevamo trascorrere un sabato di allegria e divertimento e ci siamo riusciti, tanto è vero giocatori che partecipavano per la prima volta a questo evento del sabato hanno confermato la loro presenza per i prossimi Sabato.
Le affermazioni di questi nuovi giocatori ci riempiono di gioia e di grande soddisfazione per il lavoro di inclusione che stiamo attuando, e ci consente di darci linfa vitale per fare sempre di più nella speranza di essere determinanti per un processo di vita normale nel “DOPO DI NOI”.
Un grande GRAZIE va a tutti gli operatori che hanno partecipato all’evento calcistico e impegnati quotidianamente nel lavoro di inclusione.

Un Augurio di Buona Pasqua a tutti i soci di Alchimia.

EVVIVA IL CALCIO CHE AIUTA MOLTO LA RELAZIONE E L’UNIONE TRA PERSONE.

Maurizio Papi

I commenti sono chiusi