“CosmicSBand” alla Giornata della Memoria

L’intervento del Sindaco di Grottaferrata dott. Gabriele Mori

Ieri 27 gennaio, presso il Teatro della Scuola Media “Giovanni Falcone” in Grottaferrata, si è celebrato Il Giorno della Memoria. Evento, che ogni anno ci ricorda lo sterminio perpetrato dai nazisti verso il popolo ebraico, zingari, comunisti, malati di mente, minorati fisici, omosessuali e indistintamente contro tutti i “diversi” che da quella funesta e follemente lucida ideologia sono stati colpiti.
Alla celebrazione erano presenti oltre al numerosissimo pubblico, il Sindaco di Grottaferrata dott. Gabriele Mori e l’Assessore alle politiche sociali dott.ssa Maria G. Elmo. Hanno partecipato con le loro testimonianze Erminia Licitri, figlia di un ufficiale italiano e di una donna ebrea della Comunità di Rodi e Dino Comandini, ultranovantenne di Campagnano, ex-militare internato nei campi di concentramento nazisti.
Prima del dibattito sul tema dell’iniziativa: “I colori della vergogna”, la nostra “CosmicSBand” ha avuto l’onore di interpretare tre motivi musicali della tradizione ebraica:
“Dona Dona” un testo composto da Aaron Zeitlin su una melodia di Sholom Secunda, racconta una tragica metafora che ricorda le deportazioni nei campi di sterminio nazisti;
“Gam Gam” brano ripreso dal testo ebraico del Salmo 23 e che le maestre ebree deportate facevano cantare ai bambini;
“Hava Nagila” in italiano “rallegriamoci” scritta dal musicologo Abraham Zevi Idelsohn per celebrare la vittoria inglese in Palestina nel 1918. Essa viene solitamente cantata ai matrimoni ebraici, dove gli sposi vengono issati sulle sedie e fatti ballare.
Al termine della nostra esibizione c’è stata la presentazione, da parte del nostro prof. Carlo Colognese, di due libri: “La farfalla impazzita” di Roberto Riccardi e “A scuola se piove” di Angelo Gregori che narrano due drammatiche e tragiche esperienze segnate dalle deportazioni nei lager.
Per ascoltare i brani fare un click sul titolo.

I commenti sono chiusi